lunedì 21 dicembre 2015

Nidi: in arrivo 100 mln dell'anno passato

BoNidi










Due buone nuove per il mondo nidi. Due notizie e una domanda che vaga da tempo e non trova risposta. Iniziamo dalle notizie: "Entro l'anno verranno erogate risorse relative al Fondo nazionale infanzia e adolescenza e al Piano per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia" ci racconta la vicesindaco di Firenze Cristina Giachi che è anche presidente dell'istruzione per associazione nazionale dei comuni (Anci).
Quanti soldi?
In soldoni: ci saranno 29 mln da distribuire su 15 comuni. Tra i comuni ricordiamo: Milano, Roma, Bologna, Catania, Firenze, Torino, Palermo, Venezia. (Molte di queste città si trovano in serie difficoltà, come abbiamo di recente scritto, e queste economie potranno essere una boccata d'ossigeno anche se si tratta di economie ridotte). Ma le notizie non finiscono qui.
Legge di stabiltà 2015
Si affiacciano nuovamente sul panorama i 100 mln erogati l'anno scorso dalla legge di stabiltà per il 2015 di cui avevamo perso traccia. La Giachi annuncia "Si tratta di risorse che i Comuni attendono con urgenza, avendole già previste nei propri bilanci". (E dato che l'anno è quasi concluso ci apre anche abbastanza ovvio). Le risorse erano dedicate al rilancio e all'innalzamento dei livelli di copertura territoriale delle domanda dei servizi socio-educativi per la prima infanzia. le coperture rimangono modeste con circa un 2% in Sicilia e in Calabria, e un 27% nella regione messe meglio, pecentuale che è comunque rimane inferiore al 33% che ci chiedeva l'UE.
Per riassumere 
A fronte di un impegno di oltre 100 mln di euro per il 2015 i risultati sono stati : continuao calo delle iscrizioni e tante chiusure. Ora c'è da chiedersi ma sono i soldi che non bastano o sono spesi male? Indagheremo su entrambi i fronti.

Nessun commento:

Posta un commento