lunedì 7 marzo 2016

La classifica dei nidi

Tabella elaborata da OpenPolis

























Cronaca-cittadina. Quanto spende il tuo comune per il nido? Dipende.
Intanto bisogna vedere se il comune offre un servizio educativo, cosa non del tutto scontata, ma questa è tutta un'altra faccenda, imbarazzante e che rimandiamo ad altri post....Il fatto è che in Italia i nidi e più in generale i servizi educativi 0-3, sono una delle spese più gravose per i bilanci di un comunali questo ce lo ripetono di continuo tutti i sindaci, assessori e amministratori che lo siano poi anche per le tasche dei genitori, lo sappiamo bene tutti: le rette arrivano anche 800 Euro mensili, ad esempio a Lecco.

L'associazione OpenPolis  ha fatto una classifica delle spese procapite su 15  delle principali città italiane. E allora torniamo alla domanda di partenza: Quanto spende il comune per il nido?
Presto detto, lo potete vedere nella tabella che riportiamo qui sopra.
Riassumendo in una riga: Trieste che è quella che investe di più: 135 Euro procapite, mentre all'ultimo posto troviamo Messina con un investimento di 6,04 Euro. No, non si tratta di un'errore di battitura: Messina spende meno di 10 Euro. La classifica si rifà ai dati del 2013, ma per quanto idati siano "vecchi" rimangono comunque interessanti. Intanto vediamo a colpo d'occhio le differenze che esistono tra un territorio e l'altro e se il sud è ancora fanalino di coda dell'Europa e del paese sia per offerta, e spesso per qualità, i motivi sono facilmente visibili.
Viena poi da chiedersi come mai Roma, che troviamo al secondo posto in classifica, abbia oggi una situazione nidi tanto disperata...Evidentemente spendere non basta! Infine: molti di quelli a cui stanno a cuore i nidi: sindacati, educatori e associazioni, dicono che per pensare ai servizi non si debba comincare il ragionamento dalle economie...invece sempre più spesso, credo che partire dai conti sia importante perché ci fa capire molte cose: ad esempio quanti soldi pubblici, soldi nostri e di tutti, siano sprecati e ci indica anche chi lo sta facendo.




Nessun commento:

Posta un commento