giovedì 25 maggio 2017

Nidi a Napoli: parola all'assessore Palmieri

















Intervista a.... Non si tratta di abbandonare o chiudere alcun nido. L'assessore Annamaria Palmieri ha certezze assolute sul nido Lotto O "Il nido non chiude" Finiti i fondi Pac la Pubblica Amministrazione sta valutando altre strade. Ascoltiamo la visione dei fatti dalla parte politica. La Palmieri è generosa e ci riserva tempo per spiegare sia la situazione del nido Lotto 0, che sull'operato che ha compiuto in questi anni nei nidi. Ma nonostante le sicurezze una data certa per la riapertura del nido non c'è, così come manca la certezza del personale che lo gestirà in futuro.

Assessore che fine farà il nido Lotto O?
Nessuna fine! stiamo lavorando per far continuare l'importante lavoro che il nido è riuscito a fare in questi anni. 
Quindi non chiude?
Scusi ma che le ha dato queste informazioni? certo che il nido non chiuderà.
La giornalista Luciana Esposito durante un'intervista ha dichiarato che il nido rischia di rimanere chiuso a tempo indeterminato. Lei cosa dice?
Dico che il nido non chiuderà! La situazione è complessa e molto specifica, non si possono fare affermazioni così affrettate non è corretto.
Quindi?
Il nido Lotto O è stato uno tra i primi ad aprire con fondi Pac. Essendo tra i primi ad aprire è uno dei primi ad aver concluso il ciclo di attività per cui era previsto.
I fondi Pac dovevano incrementare i servizi non solo a ridosso dei finanziamenti?
Certo e noi manterremo tutti i nidi che abbiamo aperti in questi anni.  
Tornando al Lotto O?
Le strade che possiamo percorrere per mantenerlo aperto sono tante. 
Riaprirà a settembre?
Questo oggi non possiamo prevedere. Posso però garantire che riaprirà.
In che tempi?
Stiamo aspettando della risposte dalla regione, per capire se potremmo mantenere il nido con fondi aggiuntivi dal medesimo finanziamento.
Mentre aspettate state scrivendo un nuovo bando di gara?
Se non sappiamo ancora a quali fonti di finanziamento potremmo accedere non possiamo indire un bando. Il mio dovere di assessore è quello di verificare se ci sono fonti diverse da quelle del comune con cui finanziare il servizio.
Che strade finanziarie si prospettano?
La prima strada è la disponibilità regionale ad un' "azione a titolarità diretta" per implementare ulteriormente i finanziamenti dei fondi Pac.
Individuate le fonti  si farà il bando per l'affido?
Esatto. Come vede le cose da fare sono parecchie e si devono tenere presente molti soggetti. Il fatto è che i tempi dei finanziamenti, purtroppo, non collimano con i tempi di bilancio delle PA.
Potrebbe essere che il nido riapra con personale pubblico?
E' una delle strade percorribili che va previsto in futuro quando non ci saranno altri finanziamenti. Prima però dovremmo verificare se sarà possibile individuare fondi da parte dello Stato. L'approvazione della legge delega 0-6 da parte del Ministero dell'Istruzione , ci fa sperare anche in questa ipotesi.
Insomma attendente per non mettere la spesa di gestione del nido nel bilancio del comune?
E' mio preciso dovere tentare tutte le strade percorribili, prima di mettere in bilancio una spesa che pesa sui contribuenti. In questi anni siamo riusciti ad implementare i nidi in città. Tutti sono a gestione pubblica diretta. Sono una spesa molto forte ma ha reso degli ottimi risultati.
Quali risultati ad esempio?
Siamo riusciti a creare domanda di nido. A Napoli non c'è la cultura diffusa di mandare i bambini al nido. Se in una famiglia si ha un parente disoccupato, stia pur certa che gli si affida il bambino. In anni di impegno e lavoro politico forte, siamo riusciti a modificare una mentalità. Siamo riusciti a dare più servizi.
I fondi PAC a Napoli hanno funzionato bene?
Si, nonostante molte difficoltà stiamo riuscendo a spendere quasi tutte le risorse a disposizione. Abbiamo aperto tanti nuovi nidi.  
Il nido Lotto O mi apre abbia funzionato molto bene visto che i genitori hanno fatto la ronda per  difenderlo dalla malavita. Una questione di quartiere?
Ponticelli nonostante le difficoltà, è un quartiere bellissimo, non offendiamo le persone o i bambini che ci abitano. E' un quartiere che si trova in una Municipalità che ha tanti nidi. A Ponticelli sta aprendo un ospedale cittadino molto importante. Sono scelte politiche che hanno dato e daranno sempre più buoni frutti.
Lei andrebbe a vivere a Ponticelli?
Certo, ho molti amici nel quartiere.
Per finire: possiamo rassicurare i genitori del nido Lotto O?
Non c'è bisogno di rassicurare nessuno, il nido non deve chiudere. E' un impegno e una responsabilità precisa che ci siamo presi e manterremo. 

Nessun commento:

Posta un commento