venerdì 3 giugno 2011

Il rizzoli un nido in chiusura?

parco della villa












La storia del nido Rizzoli parte da lontano dal 1978 era posto nel bellissimo parco di villa Mazzacurati, a metà circa di via Toscana. Il nido in confine tra due
grandi quartieri Santo Stefano e Savena accoglieva 58 bimbi e 12 lattanti. Da due anni il Rizzoli è stato trasferito al solito Giovanni XXIII (luogo jolly per bimbi in transito) e dal settembre prossimo cesserà la sua attività, essendo andato verso la dismissione del servizio. Un vero peccato perché il Rizzoli aveva una caratteristica speciale. Accoglieva i bimbi disabili dalla vicina poliambulatorio di Villa Mazzacurati e i bambini provenienti dai centri di prima accoglienza di villa Tabellini e centro Merlani. Un servizio in bilico tra continuità e cessazione anche nelle nuove decisioni della giunta Merola. In progetto ormai da tempo si pensa ad un nuovo nido da ricostruire nella medesima sede. Il gruppo o meglio il collettivo di lavoro è stato smembrato, diviso sparso in altre strutture. Alle poche educatrici ormai rimaste non sono ancora state offerte alternative e settembre è dietro l'angolo. Una situazione disagevole e che richiede a breve una ipotesi, una prospettiva di lavoro per le educatrici e i bimbi senza nuova sede in un futuro vicino.    

1 commento:

  1. Accidenti!!! Dobbiamo fare sì che tutti i nidi in "bilico", se possibile, abbiano lo stesso trattamento. Che Vestri Roselle, Rizzoli, Masili e Grosso siano considerati alla pari.
    Vorrei che Bologna continuasse ad avere tanti Nidi PUBBLICI belli, ristrutturati, nuovi e sempre all'avanguardia per quanto rigurada l'aspetto pedagogico.

    Lucia

    RispondiElimina