venerdì 20 luglio 2012

Un diario lungo un'estate

Questo post è diverso da tutti gli altri. Questo post vuole essere commentato, discusso e scritto dai lettori che vagabondando online si ritrovano qui in una spazio condiviso e partecipato. Vuole essere un diario aperto, uno spazio in cui insegnati, educatori, genitori, nonni, collaboratori e cittadini... lasciano traccia di una  testimonianza di vissuto personale. I servizi educativi stanno cambiando: raccontiamoli. Raccontiamo come li ricordiamo, come li abbiamo vissuti, come li immaginiamo e come li vorremmo. Sappiamo le difficoltà che il comune sta affrontando nel tentativo di continuare a gestire i servizi. Capiamo i numeri imposti dal patto di stabilità e dai limiti di assunzione, ma questo spazio vorrebbe registrare qualcosa che va al di là della ragione e dei calcoli. Allora spazio alle emozioni. Postate e raccontate in una sorta di diario condiviso. Buona scrittura a tutti.

Nessun commento:

Posta un commento