martedì 20 gennaio 2015

Tantestorie tutte bellissime contro i pregiudizi



Leggere, leggere insieme, leggere ad alta voce, leggere in biblioteca. Leggere con i miei bambini è per me una cosa sempre nuova ed affascinate, un rituale quotidiano che si ripete uguale e diverso ogni volta che prendiamo in mano un nuovo libro, rileggiamo per l'ennesima volta un albo illustrato o andiamo in biblioteca per conoscere una nuova storia insieme ad altri bambini. Nella mia avventura di mamma i libri sono stati e restano fidati collaboratori per volare con la fantasia, superare le paure, affrontare i piccoli e i grandi cambiamenti, cercare di conoscere e capire realtà diverse dalla nostra.
Ecco perchè cercherò di segnalare appuntamenti che abbiano al centro il fantastico mondo dei libri e della lettura.
Il primo appuntamento di cui vi parlo è quello con Tante storie tutte bellissime che il 24 gennaio farà tappa presso la Biblioteca di Borgo Panigale in via Legnano, 2. Al centro di questo primo incontro del 2015 ci sarà il libro Il trattore della nonna di Anselmo Roveda ( Edizioni Edt, 2014).
Protagonisti del racconto sono un nonno e una nonna decisamente fuori dagli schemi. La lettura sarà seguita da un laboratorio in cui i piccoli lettori potranno cimentarsi con torte e trattori.
Lettura animata e laboratorio inizieranno alle 10 e sono rivolti a bambini e bambine dai 6 ai 10 anni. La partecipazione è gratuita, i posti disponibili 15. La prenotazione si effettua chiamando la biblioteca ( 051-404920).
Se non doveste trovare posto ma credete sia importante avvicinare i bambini a temi come gli stereotipi di genere e la libertà di espressione, non vi preoccupate : tante storie tutte bellissime proseguirà fino a giugno con tanti appuntamenti per i bimbi da 3 a 10 anni. Potete consultare il calendario sul sito dell'istituzione biblioteche o sul blog dedicato alla rassegna.

ante storie tutte bellissime - Il progetto Tante storie tutte bellissime è stato lanciato nel 2012 dal Centro Documentazione il Cassero in collaborazione con le associazione Famiglie Arcobaleno e Frame. Realizzato con il sostegno del Comune di Bologna, insieme all' Istituzione Biblioteche e all?ufficio Pari Opportunità e tutela delle differenze, il progetto ha tra i suoi principali obiettivi quello di contrastare il pregiudizio.

 

Nessun commento:

Posta un commento