martedì 25 ottobre 2016

Noelia, la maestra con un cromosoma in più


Infanzia nel mondo

Oggi BolognaNidi guarda lontano. Digitando su google la parola "scuola dell'infanzia" oggi, infatti, la rete ci porta in America Latina, più precisamente in una scuola di Cordoba nel nord dell'Argentina: una normale scuola dell'infanzia, frequentata da bambini di due e tre anni, dove insegna Noelia Gorella. Noelia ha 31 anni e come tante bambine ha sognato fin da piccola di fare l'insegnante, un sogno la cui realizzazione però non era scontata: Noelia ha un cromosoma in più e il suo nome sta facendo il giro del mondo perché lei è la prima maestra con sindrome di down in tutta l'Argentina e una delle poche al mondo.



""Adoro questo lavoro. Fin da quando ero piccola, ho sempre voluto fare l' insegnante, perché mi piacciono tanto i bambini" ha spiegato Noelia a l' Independent,, lei che da piccola è stata respinta e bollata come "mostro". La storia di Noelia sta facendo discutere, in molti si interrogano sull'adeguatezza di una persona con deficit cognitivi a lavorare con i bambini. Un'interrogativo che si sono posti anche i responsabili della scuola in cui Noelia lavora. " Ci siamo resi conto molto rapidamente che aveva una forte vocazione. Ha dato ai bambini ciò che più apprezzano: l'amore" ha spiegato l'ex direttrice della scuola che assunto Noelia.

In America Latina, spiega ancora l'Independent , l'accettazione degli alunni con sindrome di down nella scuola pubblica ha, in passato, generato non poche polemiche. La possibilità che persone con sindrome di down possano lavorare in nidi e scuole dell'infanzia è un argomento delicato di cui ancora si discute. Emblematico al riguardo resta il caso della giovane collaboratrice ferrarese finita sui giornali lo scorso anno dopo che un genitore aveva scelto di ritirare la figlia dalla struttura in cui lavorava.


Nessun commento:

Posta un commento