martedì 31 gennaio 2017

Musica disturbata. L'arte a portata di famiglia

John Wesley Hardin













Arte bambina. Sabato 4 febbraio si apre il cartellone di Musica disturbata si tratta di un concerto di musica Jazz dedicato a tutta la famiglia, bambini compresi. I piccoli spettatori, non importa di che età, hanno ingresso libero e un posto in prima fila, proprio sotto il palco, dove per l'occasione si sistemeranno grandi e morbidi cuscini. Il locale che accoglie e lancia l'iniziativa è il John Wesley Hardin che si trova in pieno centro di Bologna, e più precisamente in Vicolo dei Facchini 2a. Il concerto si apre alle 17,30 e prosegue fino alle 19 circa. Musica disturbata è un evento semplice e molto convincente, che ci piace fin dal titolo. I musicisti coinvolti sono veri professionisti del settore e compongono un terzetto. Al piano troviamo Nico Menci, alla batteria Peter Seller, al contrabbasso Francesco Angiuli. Al trio si aggiungeranno, com'è nella migliore tradizione jazzistica, anche altri artisti, per esibirsi in qualche improvvisazione. Quello che ci piace maggiormente dell'iniziativa è il suo perché.
Musica disturbata nasce dall'idea di una mamma, Cecilia Bi, che ci racconta "Mi piace ascoltare musica; ho sempre portato ai concerti anche mia figlia, fin da quando aveva 4 anni e lei ha sempre apprezzato. Purtroppo però non sono molte le occasioni per poter ascoltare musica di qualità con prole a seguito. I momenti musicali dedicati esclusivamente ai bambini, propongono musica di scarsa qualità, mentre i concerti di musica un po' più scelta e colta, sono ad orari improponibili. Così ho proposto a Romano -il gestore del John Wesley Hardin- un concerto pensato per genitori e figli, con musica scelta". E Romano Reggiani si è dimostrato subito in sintonia con l'idea: sebbene sia molto giovane, poco più di vent'anni, ha accolto con entusiasmo l'idea.Sarà la voglia che ha di sperimentare e sperimentarsi in diverse attività, è infatti attore e lui stesso musicista, ma Reggiani ha deciso di tentare l'impresa. Da poco ha aperto Il John Wesley Hardin: è un locale intimo, poco piú di trenta posti, e molto notturno, con basse volte a botte che riporta alla memoria vecchi locali musicali degli anni andati. La serata si svilupperà a seconda del pubblico, sia per età che per interesse. Uno dei musicisti, il noto saxofonista Piero Odorici, che per suonare la batteria adotta il nome di Peter Seller, ha già lanciato l'idea: "Si potrebbe spiegare ai bambini l' ABC del jazz, se si dimostrano interessati?". E forse la cosa sarebbe gradita anche ai genitori meno esperti di musica... Tenete d'occhio la pagina fb del John Wesley Hardin perché ogni primo sabato del mese il locale ripeterà un evento musicale per un pubblico di tutte le età. Sarebbe bello che Musica Disturbata diventasse un appuntamento fisso, così che i bambini possano ascoltare musica di buon livello a costi contenuti e senza aver paura di poter disturbare. Chiudiamo con qualche informazione utile: per gli adulti sarà necessaria la tessera di ingresso, con validità annuale. Il costo del biglietto per il concerto è di 10 Euro comprensivo di un drink e stuzzichini, Sarà comunque a disposizione il bar del locale con bevande e cibi per tutte le età! I bimbi avranno ingresso gratuito al concerto senza neppure la necessitá di tesseramento.

Nessun commento:

Posta un commento