giovedì 7 settembre 2017

Settembre al nido: 5 regole per un buon rientro

BolognaNidi











Parole e pensieri In questi primi giorni di settembre molti nidi riaprono i battenti. Così dopo una lunga pausa estiva i bambini torneranno in sezione mentre altri verranno inseriti per la prima volta. L'attenzione di questo rientro 2017 è molto concentrata sulle vaccinazione e così si rischia di dare poca importanza a questo passaggio. Tornare la nido, ricominciare l'anno, rientrare agli orari fissi è faticoso e al contempo bellissimo. Ad ogni modo è certo un momento importante nella vita di un bebè. Va vissuto intensamente con grande impegno a attenzione. In questo post indichiamo alcune "regole" da tenere presente e a cui affidarsi nei momenti più difficili: calma e fiducia sono alla base di tutto.

Prima regola: mantenere la calma
L'inserimento è un momento fatico. Lo è per i bambini lo è ancor più per i genitori. I genitori però hanno un'arma potentissima  di cui avvalersi: la pazienza. Usatela a profusione anche quando la stanchezza è tanta, anche quando il rientro dal lavoro non è andata affatto bene, anche quando non state bene. Se l'inserimento è difficile, è anche vero, che un buon inserimento da i sui frutti nell'arco di tutto l'anno.
Seconda regola: non ci sono tempi fissi
Ogni bambino ha i suoi tempi di adattamento. Ogni nido prevede modalità di inserimento differenti, c'è chi preferisce un inserimento molto lento, graduale, chi invece prevede tempi più contratti (sempre meno). I genitori hanno altri tempi mentali e altri tempi da rispettare che poco si sposano con quelli dei bambini. Parlate sia con i datori del lavoro, che con le educatrici e spiegate con serenità la vostra situazione. Da una parte o dall'altra arriverà un compromesso. In caso di compromessi non ce ne siano, ricorrete per l'inserimento, ad un'altra figura di fiducia assicurandovi che siano pazienti.
Terza regola: abbiate fiducia
Non facciamo tragedie tra la prassi migliore possibile e ciò che possiamo fare c'è sempre distanza. Cercate quindi di fare del vostro meglio e avere sempre fiducia nel bambino, che ha moltissimi strumenti di adattamento più di quelli che potremmo mai immaginare.
Quarta regola: ancora fiducia
La fiducia è da elargire abbondantemente, abbiatene molta nelle educatrici. Loro hanno visto tantissimi inserimenti, tantissimi bambini e moltissimi genitori affrontare questa sfida, che a noi tocca una o qualche volta nella vita...Abbiate fiducia nel loro giudizio. Questa emozione positiva che voi riponete nel personale, sarà assorbita dal bambino che ne farà tesoro durante la giornata. 
Quinta regola: cosa non fare!
Non sottovalutate la situazione. Inserire o tornare al nido non è un momento semplice. Richiede molta comprensione. Adattarsi da una situazione nuova non è semplice e i bambini amano la routine, il ripetersi delle azioni. Se sono nervosi piangono e litigano con maggiore foga, fanno fatica ad addormentarsi....è normale ed è da mettere in conto. L'inserimento è comunque una fase, un passaggio, un momento che passa, tenetelo presente e BUON NIDO a tutti. 



Nessun commento:

Posta un commento