giovedì 4 giugno 2015

Meno bambini? Più Bonus...

BoNidi











"Bonus bebè fino ai 5 anni" è il proposito lanciato dal ministro alla salute Beatrice Lorenzin per attenuare un fenomeno in essere da anni e anzi in aumento. In Italia calano le nascite e aumenta la sterilità. Le Italine sono tra le meno impiegate, in lavori retribuiti, e tra le meno fertili, per entrambi i livelli, il bel paese si posiziona tra gli ultimi.


Sono dati noti da tempo e a cui la politica ha risposto in modo fino ad ora inadeguato. Il bonus Bebè lanciato da Renzi qualche tempo fa dal salotto della Durso è un assegno di circa 80 euro per le neomamme che viene esteso, in linea teorica, fino ai cinque anni di vita del bambino. L'annuncio che è stato ripreso da tutti gli organi d'informazione e forse ha offuscato i dati emersi dal report sulla fertilità italiana che in sintesi potete anche leggere qui
I dati
In 5 anni sono 64mila i bimbi in meno. (Dati istat 2013) Le nascite si concentrano nel Nord-Est e calano al sud. Sono le donne straniere a far crescere la natalità, ed essendo più concentrate al nord fanno aumentare il tasso della natalità. Una coppia su cinque ha problemi a procreare in modo naturale, si incrementa questa difficoltà del doppio circa negli ultimi 20 anni.
I motivi della infertilità
I motivi sono tanti. Le difficoltà tra donne e uomini sono equamente distribuiti. Per entrambi incide l'età. L'età dei genitori al concepimento è cresciuta di quasi 10 anni. Per le donne si aggira attorno ai 32 anni. Dopo i trent'anni la capacità ripreduttiva cala fino ai 35 e poi diminuisce in modo drastico anche parecchi anni prima della menopausa.
Le patologie e la prevenzione
Le patoligie sono tante e qausi tutte facilmente curabili se prese in tempo. La prevezione inizia in tenerà età fin dal bambino. E molta importanza ha anche lo stile di vita, fumo e alcol non aiutano la riproduzione.
  

Nessun commento:

Posta un commento