venerdì 3 luglio 2015

I bambini scavano e trovano un tesoro


anitapeppers










E' una bella giornata e i bambini sono fuori a giocare, un gruppetto di alcuni bimbi sta scavando vicino ad un albero. Gli altri giocano intorno nei modi più svariati, come raramente capita nessuno litiga, le maestre sono sedute a parlare e ne approfittano per programmare qualche attività per la prossima festa di fine anno. Ad un certo punto Andrea, Lucia e Giovanni corrono verso la maestra Francesca "Guarda cosa abbiamo trovato!" I bambini pongono alla sua
attenzione un cocchio tutto sporco di terra. La maestra lo guarda concentrata ed esclama "Bravi bambini! sembra proprio un tesoro antico... continuate a cercare!" Così i bambini continuano la loro fatica e le maestre a parlare. E' una giornata senza vento o nuvole, è l'ideale per stare all'aria aperta e tutti sembrano godere di questo fatto. Alla fine della ricreazione sulla scrivania delle maestre giacciono: due cocci di vaso, un bottone, un pezzo di stringa di scarpa e una monetina da un centesimo. Oggi la maestra ha poche cose da raccontare ai genitori, tutto è andato molto bene e i piccoli tornano a casa sereni. Tutti  tranne i piccoli ricercatori che sono eccitati per le loro scoperte. Quando Lucia vede la mamma arrivare, senza salutarla, la porta al tavolo e le mostra il tesoro. La mamma esamina i resti con attenzione e dice: "Bene dopp passiamo in biblioteca a prendiamo qualche libro sui vasi degli antichi"
Il giorno dopo Lucia torna a scuola con i libri del piccolo archeologo sotto braccio. La maestra li legge a tutta la classe. I bambini sono entusiasti e iniziano a far domande "Chi erano gli Etruschi? Perché i maschi mettevano la gonna? Mangiavano il cioccolato? E via di questo passo. All'intervallo sono in tanti a scavare, e quasi Andrea, Lucia e Giovanni, non riesco più ad avere un loro pezzo di terra da scoprire. Scoppia anche qualche litigio. Oggi non è tanto una bella giornata ma i bimbi stanno fuori comunque. Da quando la scuola ha aderito al progetto di education Outdoor non sono più tanti i limiti che impediscono i piccoli ad uscire o a sporcarsi. Anche i genitori più paurosi hanno fatto la pace, con il progetto che "impone" ai bambini di star fuori con il sole, o no, per scavare, coltivare e giocare in modo libero. Non è il primo gioco di scoperte questo. I bambini hanno già scoperto che da un seme può nascere una piantina. L'ha visto bene Sofia dei tre anni, quando ha sotterrato un semino da cui è cresciuto una piantina verdissima con ben due fogliette in cima. Ora i bambini scavano ovunque e il giardino è tutto pieno di buche, ma sono emerse tante cose interessanti e oggi Pietro è corso dalla maestra per mostrare una moneta. La mastra l'ha guardata con meraviglia, non è una moneta a lei nota e quando vede la data, inizia a capire quello che i bambini sanno già da un po' in giardino c'è un tesoro. La storia è un po' ricostruita con la fantasia, quello che è reale che alla scuola Baraccano Bolognadi i bambini, stimolati da genitori e insegnati hanno trovato frammenti di vasi antichi e una moneta del 1867 che hanno poi consegnato al museo della città che li conserverà.  

Nessun commento:

Posta un commento