giovedì 10 marzo 2016

Cubetto: così i bimbi imparano a programmare

Primo toys











Si chiama Cubetto ed è un gioco intelligente. Ha una forma accattivante che ricorda i giochi di una volta. Piace anche per i genitori più esigenti, anche quelli che odiano i pc e i tablet, perché cubetto non ha schermo ma è  un pc. Promosso dagli educatori Montessori è adatto anche ai bambini non vedenti.


Com'è fatto?
Cubetto è composto da tre pezzi: una tavoletta in legno: dove ci sono i buchi di forme geometriche. Il secondo pezzo è un sacchettino pieno di piccoli blocchi colorati: gialli, rossi, verde o blu mentre l'ultimo pezzo è cubetto per l'appunto, un cubo di legno, grande quanto una scatola da the, che ha rotelle per spostarsi nello spazio con una faccina sorridente.
Come funziona?
Il bambino incastra le diverse forme nei buchi della tavoletta. Ad ogni forma corrisponde un comando per cubetto, che si muoverà nello spazio come è stato programmato: sinistra, destra, ancora destra e infine avanti...Ed ecco che cubetto da bravo si muove come gli è richiesto.
Si impara a programmare ma si usano le mani
Il bambino impara i rudimenti della programmazione e lo fa senza stare davanti ad uno schermo e allenando la manipolazione attività importantissima per lo sviluppo di quest'età, perchè il gioco, è bene dirlo è adatto anche ai piccolissimi dai tre anni.
Quanto costa e chi lo produce?
Cubetto è prodotto da Primo Toys e ideato da Filippo Yacob e Matteo Loglio Arriverà sul mercato italiano ad agosto attualmente ha un costo di 160 dollari circa. 
 

     

Nessun commento:

Posta un commento