lunedì 7 gennaio 2019

Corso di qualificazione per educatore professionale. Apei e UNIPegaso

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Cronaca Bambina Chi può qualificarsi Educatore professionale? E con quali titoli di studio? Apei, l'associazione dei pedagogisti e degli educatori italiani, invia un comunicato che chiarisce alcuni aspetti e propone un corso formativo anche online. Riceviamo e pubblichiamo. Il comunicato è indirizzato espressamente agli Educatori dei Nidi.
Ai sensi della L. 205/2017, comma 597, possono accedere al Corso di qualificazione per Educatore professionale socio-pedagogico tutti coloro che, senza titolo di laurea L-19 in Scienze dell'educazione, alla data del 01.01.2018:

- siano inquadrati nei ruoli delle amministrazioni pubbliche a seguito del superamento di un pubblico concorso relativo al profilo di educatore;

- abbiano svolto l’attività di educatore per non meno di tre anni, anche non continuativi, da dimostrare mediante dichiarazione del datore di lavoro o con autocertificazione dell’interessato, ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;

- siano in possesso di diploma rilasciato entro l’anno scolastico 2001/2002 da un istituto magistrale o da una scuola magistrale.

Gli educatori dei nidi d’infanzia, che possiedono uno di questi requisiti sono, quindi ammessi, e hanno diritto a frequentare il Corso di qualificazione professionale di 60 CFU, erogato dalle Università pubbliche e private ANCHE ONLINE.

Se è vero, infatti, che il Corso non ha valore per accedere ai posti nei servizi per l’infanzia, si tratta, però, di un’opportunità, offerta in via transitoria (terminerà nel 2020), di qualificarsi professionalmente nella figura riconosciuta e abilitante di Educatore Professionale Socio-Pedagogico.

APEI, ha stipulato un accordo con le università telematica UNIPegaso per i propri associati per conseguire il titolo con un costo di 600,00 euro. L'associazione, inoltre, ha promosso una raccolta firme che ha superato le 5000 adesioni, per richiedere la totale inclusione della figura dell’educatore nei servizi per l’infanzia nella figura dell’educatore professionale socio-pedagogico. Leggi qui

L’educatore professionale socio-pedagogico lavora, infatti, anche nei nidi: non potrebbe essere altrimenti, perché il lavoro con la prima infanzia è uno degli ambiti fondamentali in cui si realizza il lavoro educativo.
 
Comunicato Apei 










Nessun commento:

Posta un commento