giovedì 21 aprile 2011

I numeri sui nidi in chiusura

dare i numeri


Dopo l'incontro con il commissario Cancellieri 8 aprile scorso, un bel comunicato stampa appare sul sito del comune. Chiaro, semplice con riferimenti a numeri precisi.
Leggiamo che nell'anno 2011 si chiuderanno due nidi il Roselle e Vestri. Entrambi necessitano di ristrutturazioni. Il Roselle e il già chiuso Rizzoli davano al quartiere Savena (66+50) 116 posti a bimbi tra i tre mesi a tre i anni d'età. Il Roselle sarà trasferito al Giovanni XXIII dell'Asp (capacità 49 posti) mentre il Rizzoli probabilmente riaprirà nel 2013. Una volta terminati i lavori, i bimbi entreranno al nuovo Giovanni XXIII (nido aziendale gestito da Karabak) con capienza di 42 posti di cui una decina destinati ai figli dei dipendenti Asp. Insomma entro il '13 si avranno di nuovo (42+50 del Rizzoli) 92 posti contro gli attuali 116.
Per il Vestri (39 posti) la questione è più incerta. I bimbi saranno trasferiti presso il nuovo asilo Filonido (60 posti) che aprirà in tempi ragionevoli. Il nuovo asilo interaziendale, gestito da karabac, avrà 20 in convenzione diretta al comune, i restanti saranno riservati ai bimbi dei dipendenti delle aziende: regione, Unipool, hera, legacoop, in numero variabile. Il nido sarà però pronto prossimamente, così si è pensato di trasferire i piccoli fruitori al nido Alpi (uno tra i più capienti di Bologna con i suoi 76 posti bimbo). Come? A questa domanda, formulata in più riprese sia all'ufficio stampa che al commissario non sono pervenute risposte. Seppur di poco l'offerta calerà, per i posti dei bimbi e rimangono molte questioni in sospeso. Non ultima una domanda più volte formulata ma non ha avuto risposta e che è: se il piano di bilancio presentato dal commissario Cancellieri è formulato in tre anni, nei futuri 2012 e 2013 ci saranno altri nidi in chiusura?

Nessun commento:

Posta un commento