lunedì 28 maggio 2018

Apre una casa per i grandi maestri

 









 

Cronaca Bambina Il progetto si chiama Officina EducAzione e nasce con uno scopo davvero da elogiare: riportare nella scuola pubblica l’eredità dei grandi maestri che tanto hanno dato alle nostre scuole. E il progetto è nato in grande stile e dedica il prossimo anno al ricordo e alla conoscenza del maestro Gian Franco Zavalloni l’ideatore della pedagogia della lumaca.


La storia italiana è da ricordare conoscere e proseguire
 
A Chiari, in provincia di Brescia nasce una casa dove i grandi maestri si incontrano e vengono narrati e presentati al pubblico. I nomi per gli addetti ai lavori sono tutti molto noti o almeno dovrebbero esserlo e sono: Maria Montessori, Mario Lodi, Lorenzo Milani, le sorelle Agazzi, Alberto Manzi, Gianni Rodari, Loris Malaguzzi e certo Gianfranco Zavalloni. Questi giganti della pedagogia e dell’insegnamento saranno di nuovo protagonisti dell’istruzione in Italia.

Il progetto Officina EducAzione: come?

Ad ogni maestro-maestra sarà dedicato un anno di lavoro e divulgazione con convegni, la proiezione di film, l’allestimento di mostre, laboratori e atelier. L’idea degli organizzatori è coinvolgere maestri ma anche futuri maestri per diffondere il loro insegnamento. 


Il progetto Officina EducAzione: chi?

Ad oggi la casa dei maestri è provvisoriamente allestita nei locali del festival della Microeditoria e ci hanno lavorato per arrivare fino qui tanti esperti del settore come Patrizia Enzi; Monica Guerra; Raffaele Mantegazza; Paolo Mottana; Daniele Novara; Alberto Oliverio; Anna Oliverio Ferraris; Franca Pinto Minerva; Gianfranco Staccioli; Alessandro Vaccarelli e Silvia Vegetti Finzi.

Il progetto Officina EducAzione: a settembre

A settembre alla casa dei grandi maestri si svolgeranno laboratori dove gli insegnanti saranno chiamati a lavorare, con le mani, seguendo le preziose indicazioni della “pedagogia della lumaca”, che richiama l’attenzione ad un concetto che ha bisogno di particolare attenzione alla lentezza e all non violenza.

Nessun commento:

Posta un commento