giovedì 3 maggio 2018

Bimbo di tre anni "scappa" dalla scuola d'infanzia














Cronaca Bambina Un bimbo di tre anni si allontana dalla scuola d'infanzia. E’ accaduto, senza alcuna conseguenza, venerdì scorso a Bologna. Nulla di grave! Un ragazzo ha visto il piccolo in strada e dopo aver verificato che era solo ha chiamato il 113.

I fatti
La notizia è stata riportata oggi dal quotidiano Il Resto del Carlino. La volante è giunta sul posto in contemporanea con la maestra, che era uscita a cercare il piccolo studente, e il genitore. Con ogni probabilità il bimbo si è era allontanato nella confusione all'orario d'uscita, quando alcuni bambini tornano a casa, mentre altri restano a scuola.
Alcuni precedenti
A Polasco, in provincia di Bergamo, il 28 aprile, un bambino di due anni e mezzo è addirittura tornato a casa da solo tra lo stupore e la paura di insegnanti e genitori. (Leggi qui). A marzo un bambino si è allontanato da un nido di Castel Maggiore. Anche in quel caso non ci sono state conseguenze, mentre i genitori hanno scritto una lettera per sostenere il lavoro delle educatrici. Lo scorso luglio a Bologna due bambini sono fuggiti da scuola e sono stati ritrovati a circa 2 Km di distanza mentre passeggiavano mano nella mano.
Quando il bambino “scappa”
Nonostante l’attenzione può succedere che i bambini si allontanino da scuola. Lo sanno gli educatori, lo sanno i maestri e lo sanno anche i genitori. Cosa si può fare per prevenire? Ci sono tre cose da considerare per garantire maggiore sicurezza? Che la struttura sia sicura, che il numero del personale presente sia coretto e che ci sia una buona alleanza con la famiglia e la cittadinanza.
La sicurezza della struttura
Nidi e scuole (più spesso scuole che nidi) sono a volte “alloggiati” in strutture poco adatte ad ospitare i bambini. A volte cancelli e cancelletti non sono sorvegliati e l’apriporta non sempre è fuori dalla portata dei bambini come dovrebbe. (leggi qui) A Bologna la consigliera Elena Foresti ci aveva raccontato come le strutture siano, in alcuni casi, trascurate e poco controllate. Ma la questione non si ferma in città, è nazionale.
Il numero del personale
Questo è un tasto molto delicato. Difficile provare che i rapporti descritti per legge, tra bambini e personale, non sia adeguato, ma sono tante le testimonianza che abbia raccolto in questo senso in diverse parti d’Italia sia ai nidi che alle scuole d’infanzia. Tra le testimonianze anche questa riportata da La Repubblica (leggi qui)
L’alleanza con la famiglia
L’alleanza tra scuola e famiglia è sempre al centro del benessere dei bambini anche per garantire la sicurezza. In questi anni oltre ai forti attriti verificati tra famiglia e scuola, ci sono anche realizzate importanti alleanze tra i due soggetti. La lettera citata in precedenza, è un esempio, ma anche l’alleanza tra nido e famiglie per contrastare la sindrome del bambino abbandonato è un buon esempio. (leggi qui)



















Nessun commento:

Posta un commento