giovedì 3 gennaio 2019

Bonus nido, bonus bebè, congedo parentale... Tutte le novità nel 2019 per le famiglie

BolognaNidi













Cronaca Bambina Il nuovo anno ha portato alcune novità per le famiglie. Tra congedo parentale, svariati bonus e congedi parentali sono introdotte alcune novità. I sostanza sono riconfermati la maggior parte delle politiche avviate dal governo precedente. Vediamo insieme  cosa cambia, come accedere alle misure previste e in che tempi. 



Bonus bebè 2019
Per il 2019 sono confermate tutte le misure già previste per il 2018. Quindi non varia la durata, i requisiti e l’importo.
Chi ne ha diritto
Ne hanno diritto tutte le famiglie con un reddito ISEE inferiore ai 25.000 euro annui a cui spetterà un contributo economico di 80 euro al mese per un anno. Per le famiglie con ISEE pari o inferiore a 7.000 euro l’importo del bonus bebè sale a 160 euro mensili, è valido anche per chi così anche per chi ha due gemelli.
Bonus secondo figlio: cos’è?
Da quest’anno è previsto una maggiorazione del 20 per cento della somma per il secondo figlio. Così si aumenta dell’importo del bonus bebè.
Per ulteriori info leggi qui
Bonus asilo nido
Come già annunciato più volte il Bonus Nido aumenta da 1000 a 1500 euro nel 2019
Si tratta di un contributo di rimborso per il costo delle rette degli asili nido sia pubblici che privati nati dal 2016. Il bonus si estende anche per forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.
Chi ne ha diritto?
Possono fare domanda tutte le famiglie, indipendentemente dal reddito e dall’ Isee purché formate da genitore italiano, comunitario o extracomunitario in possesso di un regolare permesso di soggiorno, o il cittadino straniero con status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria, che effettivamente sostiene la spesa delle rette mensili dell’asilo nido o, nel caso di bimbo affetto da grave patologia, dal genitore che ha la stessa residenza.
Come far richiesta?
Come per gli anni passati per il rimborso della retta si presenta la documentazione all’Inps. Da quest’anno l’Inps per agevolare l’invio della documentazione ha previsto anche un app. Si possono fotografare i bollettini di pagamento e inviare anche tramite smartphone.
Per ulteriore info leggi qui
Congedo parentale cosa cambia?
Le neo mamme in salute, previa certificazione del medico, potranno lavorare fino al nono mese. Si estende il congedo parentale fino ai 16 anni, anziché fino ai 12 anni come è stato fino ad oggi. Aumentano i giorni di congedo parentale per i neo papà oggi fino ai 5 giorni.
Iva agevolata per i prodotti dell’igiene personale in famiglia
Iva agevolata sui prodotti di cura personale quali assorbenti e pannolini.
Bonus mamme domani o “premio mamma” o “premio nascite”
Si conferma anche con il governo giallo-verde il premio di 800 euro per le future mamme. Si può far richiesta dal settimo mese di gravidanza fino alla nascita. Per maggiori info leggi qui
E il Bonus babysitter?
Non è ancora ufficiale ma è quasi certo che verrà riconfermato. Fino ad ora si è trattato di un bonus da riservare alle mamme che rinunciando al congedo parentale non obbligatorio decidessero di tronare al lavoro hanno diritto ad un bonus di 600 euro per 6 mesi.
Tutti i Bonus sono consultabili nel sito dell’Inps. Per maggiori info leggi qui










Nessun commento:

Posta un commento