giovedì 11 aprile 2019

Nuovo caso di maltrattamento in un asilo privato del vercellese

















Cronaca Bambina Si apre una nuova inchiesta per presunti maltrattamenti sui bambini. Intanto le due maestre, di un asilo privato di Crescentino, centro in provincia di ::: sono state interdette per un anno dalla professione. Le indagate sono due donne e hanno 45 e 31 anni.

I fatti
L’indagine è partita in seguito alla denuncia di una madre, la cui figlia, meno di tre anni, era tornata a casa con il labbro rotto e dei lividi sul viso. Le spiegazioni delle educatrici non avano convinto la donna che si era recata ai carabinieri per sporgere denuncia. Dalla segnalazioni sono partiti gli accertamenti, coordinati dal pm Davide Pretti della procura di Vercelli. Come di consueto sono stati posti all’interno della struttura microfoni e telecamere nascoste. Dai filmati sono emersi diversi episodi di illeciti nei confronti dei bambini ritenuti dalla autorità giudiziarie maltrattamenti. 
Le maestre accusate
Solo a due delle quattro lavoratrici in servizio all’asilo nido privato interessato è stato imposto il divieto temporaneo di esercitare la professione in qualsiasi altro ente pubblico e privato per la durata di un anno. Il provvedimento è stato eseguito alla chiusura pomeridiana della scuola, in modo da prevedere la sostituzione delle insegnanti già per la mattina di oggi.
Maltrattamenti e telecamere
La breve notizia che riportiamo smentisce alcune certezze che di solito si hanno rispetto ai maltrattamenti. Primo l'età delle educatrici non è avanzata: 45 e 31 anni. Secondo come accade sempre le telecamere sono state montate e nascoste una volta partita la denuncia: se le educatrici avessero saputo che le telecamere erano presenti in struttura non avrebbero commesso maltrattamenti o li avrebbero commessi dove le telecamere non "vedono"?        




Nessun commento:

Posta un commento