giovedì 11 aprile 2019

Cosa imparano i bambini al nido?

 
BolognaNidi




  








Mamma portami al nido! Porte aperte nei asili nido. I genitori in tanti parte  d'Italia sono accolti nei servizi educativi. E se abbiamo già raccontato come "valutare" un nido durante questi momenti (leggi qui) è importante anche che i genitori si pongano un'altra domanda: cosa impara un bambino andando al nido?


La cura del bambino

I bambini al nido sono curati. Curati puliti, coccolati, vestiti, spogliati, cambiati e messi a nanna. Azioni semplici che i genitori compiono costantemente anche casa. Con l'ingresso al nido saranno azioni intraprese anche da altre persone adulte ed educanti. La cura è un aspetto importante dell'apprendimento anche se spesso può sembrare una cosa di minor importanza: in fondo chi non sa cambiare un bebè? A parte le barzellette che si raccontano su padri sprovveduti tutti lo sanno fare. E' vero, ma i momenti dedicati alla cura sono anche momenti molto profondi. Attraverso la cura passa affetto, stima, fiducia ed è solo così facendo che il bambino impara a compiere queste semplici e importantissime azioni che tutti compiamo durante l'arco di tutta la vita. Avere cura di se' e del proprio corpo è il modo migliore per rispettare anche il corpo degli altri.

Il gioco dei bambini

I bambini al nido giocano e il gioco è da sempre un'azione fondamentale per imparare. Attraverso il gioco libero, con gli altri bimbi, o il gioco guidato dalle educatrici che possono proporre attività ludiche, il bambino impara a usare con sicurezza e in modo sempre più raffinato le manine, i piedini, impara a camminare, correre, in giardino, a scavalcare cuscini, ad arrampicarsi sui gradini, impara a muoversi con maggiore sicurezza, impara a rimanere seduto e concentrato in un'attività al tavolo...

Stare con gli altri bambini

Per quanto siano brave e bravissime le educatrici e le pedagogiste del vostro nido forse la lezione più importante che imparano è stare con gli altri, altri bambini e adulti. Stare con gli altri significa poi imparare a condividere,  litigare, lottare se necessario...
Non ascoltate chi dice che i bambini fino a tre anni giocano da soli. Per smentire questa leggenda basta rimanere a guardare, magari ai giardinetti, come  i bambini  giochino tra loro. Magari il gioco dei piccoli non è uguale a come lo immaginiamo ma la relazione tra coetanei c'è ed è molto educativa...      


Infine l'attesa

Un'altra lezione fondamentale che il nido restituisce al bambino è imparare a  gestire la frustrazione di non poter avere tutto quello che vuole e subito. Una lezione che dura tutta la vita e che certo si apprende in ogni dove, ma al nido il bambino fa il suo ingresso nella società e impara in modo indelebile in mezzo a tanti altri bambini ad aspettare l'attenzione dell'adulto, il gioco che voleva, l'ora del ricongiungimento con mamma e papà, impara l'attesa della pappa, l'attesa della nanna e del risveglio... un apprendimento che noi genitori facciamo fatica a restituire delle volte sempre schiacciati da mille impegni o tanta fatica...
          
Scopri l'e book : Mamma portami al nido!

     





      

Nessun commento:

Posta un commento