martedì 16 aprile 2019

Come cambia la figura dell'educatore?

 
BolognaNidi












Cronaca Bambina Ieri pomeriggio in una aula gremita di studenti la professoressa Lucia Balduzzi e la professoressa Giovanna Guerzoni   hanno tentato di fare il punto sulla figura dell'educatore ad un anno dall'approvazione alla legge Iori. L'incontro organizzato dalla Rete degli universitari ha avuto un buon successo di pubblico, un pubblico che si è dimostrato attento e che ha posto tante domande.  


Quale titolo di studio
Dopo anni di incertezze oggi sappiamo che l'educatore professionale deve maturare la laurea. Un passaggio per nulla scontato che è stato affermato dopo vent'anni di battaglie politiche e non solo. L'educatore che oggi si trova ad operare in diverse contesti quali nido, scuola, o servizi sociali, può relazionandosi con le altre figure professionali come medici, psicologi, o insegnanti con un titolo di studio qualificante. Ma oltre a questa sicurezza ce ne sono poche altre. Perché sono tante le situazioni che sfuggono dalla regolamentazione normativa. 

Attenzione ai crediti
Oltre alla laurea per accedere al mercato del lavoro è necessario fare attenzione ai crediti formativi acquisiti durante il corso di studio. Per conoscere quali crediti siano necessari, a seconda del ruolo che si vorrò svolgere, è necessario consultare il sito dell'Università. E' stato più volte ribadito che l'Università di Bologna che già da anni vanta corsi specifici, come ad esempio quello che educatore di nido e riesca a restituire dei percorsi formativi già in linea con i crediti necessari per ricoprire un incarico lavorativo.

Le incertezze della normativa
Nonostante la legge Iori abbia segnato un passaggio importante per il riconoscimento professionale dell'educatore, ci sono ancora diverse difficoltà da sciogliere e situazioni da chiarire. Questo sopratutto per gli studenti che sono oggi iscritti all'università ma che non il prevedono di laurearsi entro l'anno. La normativa rimane ambigua e sfuggente in diverse punti e nonostante una interrogazione non si sono avute risposte chiare.  

Educatore 03
L'università di Bologna è una delle poche ad avere un corso specifico per educatore di nido. Un percorso formativo osteggiato da tanti professionisti del settore. (Di recente abbiamo ospitato anche un confronto sul tema con un 'intervista alla professoressa Balduzzi qui e ad Apei qui). 

Le domande degli studenti
Finita la panoramica sulla normativa vigente, che si può escludere possa cambiare anche a breve, gli studenti hanno rivolto molte domande. Quasi tutte le domande presentavano situazioni personali e molto specifiche. 

Un nuovo incontro con il mondo del lavoro?
La professoressa Giovanna Guerzoni ha più volte rilanciato la necessità di fare un nuovo incontro che possa approfondire un aspetto molto importante e che in questa occasione non è stato affrontato: ovvero come si sta adeguando il mercato del lavoro di fronte alla normativa?  

 








Nessun commento:

Posta un commento