giovedì 1 marzo 2012

Piccola storia dei nidi in ristrutturazione












Ripercorriamo alcuni passaggi fondamentali dell'annosa questione dei nidi in ristrutturazione. Siamo nel 2011 il comune di Bologna è commissariato da
Annamaria Cancellieri oggi nostro ministro dell'interni. Alla chiusura di bilancio, un bilancio davvero disastroso, la città si trova a dover ristrutturare alcuni nidi. Le cifre per le ristrutturazione sono davvero onerose, si va da 1,2  a 2,5 milioni. Fin da subito inizia un balletto di cifre, e nomi: quali nidi? quanti? Poi una comunicazione ufficiale in aprile: il nido Roselle e Vestri sono pericolosi e devono chiudere subito gli altri Coccheri, Turrini, Allende, Marsili, Tovaglie, andranno in chiusura progressiva di sezione fino al termine del percorso educativo dei bimbi. Il nido De Giovanni segue una strada a se essendo la struttura in affitto. Il Tovalglie anche lui, da ristutturare ha una storia sua che non adiamo a raccontare qua. Intanto un comitato dei genitori nato spontaneamente, sotto l'impulso di alcuni problemi: l'aumento in corso d'anno della retta, l'ipotesi di una nuova tassa per le materne, l'aumento dei servizi bus scuola, l'aumento del rapporto numerico bambino-educatore ecc ecc, insomma di fronte ad una situazione di notevole disagio, il comitato si muove per far pressione sui candidati sindaci. Arriviamo ad oggi. Il nostro sindaco a pochi giorni delle elezioni, promette di non chiudere il Roselle e il Vestri, in realtà dimostrati non essere pericolosi. Specifica di non voler aggiungere la tassa d'iscrizione alle materne e di mantenere tutto ciò che è pubblico a gestione pubblico, in ultimo di valutare l'aumento delle rette. (ami toccate in dieci anni) Cosa è successo? Il Roselle e il Vestri hanno riaperto i battenti dopo supervisioni che ne attestavano la non pericolosità. La tassa sulla materna è stata cancellata, è rimasto l'aumento della retta ai nidi di oltre il 30% e l'incertezza dei nidi. Passato quasi un anno non sappiamo che fine faranno i nidi sopra detti, ciò che possiamo consultare è il secondo adeguamento del piano dei lavori pubblici che cita i nidi in ristrutturazione con finanziamenti privati/altro ente e i rinvii per Coccheri, Marsili e  Allende in data 2012.           

Nessun commento:

Posta un commento