Visualizzazione post con etichetta scuola infanzia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta scuola infanzia. Mostra tutti i post

martedì 8 gennaio 2019

Maltrattamenti: tre maestre e una collaboratrice agli arresti domiciliari

BolognaNidi
 












Cronaca Bambina Arrestate tre maestre e una collaboratrice scolastica ritenute responsabili di maltrattamenti perpetrati ai bimbi compresi tra i tre e i cinque anni che frequentavano una scuola d’infanzia dei Castelli Romani poco fuori Roma.

sabato 15 dicembre 2018

Pantaloni rosa? No grazie!

Bologna Nidi
BolognaNidi
 













Cronaca Bambina “Vi ringrazio per i pantaloni rosa e le mutandine che avete imprestato al bambino, dopo aver esaurito la scorta. Però le norme sociali non le abbiamo fatte noi. Lo preferivamo pisciato, che sappiamo che tanto asciuga, piuttosto che vestito da femmina e con le idee sull’identità di genere in conflitto” Lo scrive la mamma di un bimbo alle maestre della scuola d’infanzia, dopo aver "ritirato" suo figlio con pantaloni rosa.

martedì 23 ottobre 2018

La Cgil contro i tagli ai servizi educativi e scolastici. Parola ad Anna Fedeli














Intervista a… Oggi incontriamo Anna Fedeli della segreteria nazionale della Flc Cgil. Attenta anche alle politiche educative rivolti alla prima infanzia, ci spiega con estrema sintesi e chiarezza cosa sta accedendo in questo delicato settore.

sabato 15 settembre 2018

La prima scuola d’infanzia con didattica Apple















Cronaca Bambina Apre a Melzo, in provincia di Milano, una scuola d’infanzia molto speciale. E lo è per più motivi. Intanto è bene partire dai finanziamenti. Il restauro dell’edificio storico, di fine dall’ottocento, sono stati stanziati (1,8 milioni di euro) dalla Tangenziale Esterna SpA. (Tangenziale a pagamento). La scuola prevede ben 150 iscritti ma la vera novità è l’obiettivo didattico che la scuola si pone: “abituare gli allievi all’impiego di tablet e computer”. Tablet e pc sono tutti di Apple.

venerdì 14 settembre 2018

Nuovo caso di maltrattamenti all'infanzia












Cronaca Bambina Un nuovo caso di maltrattamenti. Questa volta ad essere arrestata è una maestra della scuola d’infanzia comunale di Montale (Pistoia). Da ieri la donna è agli arresti domiciliari con l’accusa di maltrattamenti nei confronti di minori. L’arresto è avvenuto a termine delle indagine che duravano da mesi. Siamo così giunti al quinto caso ancor prima che le scuole siano effettivamente iniziate per tutti i bimbi.

martedì 11 settembre 2018

"Ti spacco la bocca" Minacce e botte alla scuola d'infanzia di Grosseto













Cronaca bambina. Nuovo caso di maltrattamenti alla scuola d’infanzia di Grosseto. Le accuse a carico di Sophiamma Joseph, suora e maestra di 53 anni, sono di maltrattamenti. Le videocamere hanno ritratto la donna mentre picchiava e minacciava i bambini compresi tra i 4 e i 5 anni.

giovedì 6 settembre 2018

Scuola d'infanzia chiusa ai bambini stranieri. Arriva la petizione

BolognaNidi

 








Cronaca Bambina Le polemiche sono scoppiate dopo che il sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint, ha siglato una convenzione con due istituti comprensivi per mantenere la quota di alunni stranieri alle scuole d’infanzia al di sotto del 45%. La scelta tentava di risolvere un problema diffuso in molte parti d’Italia: le lunghe liste d’attesa. I bambini “stranieri in eccesso” avrebbero potuto essere accolti altrove in comuni vicini ma non nel comune di residenza. Dopo molte polemiche si è avviata una petizione. (In passato abbiamo già affrontato la questione "bambini stranieri" con la lettera di una mamma di Pordenone leggi qui)

lunedì 3 settembre 2018

La violenza nei nidi e nella scuole non si cura con una telecamera


BolognaNidi















Pensieri e parole Quando la cronaca degli orrori approda in una scuola di Reggio Emilia, centro d’eccellenza educativa, (qui)  c’è da aprire un profondo ragionamento  rispetto alla sicurezza dei nidi delle scuole. Quest’anno abbiamo collezionato tante notizie di violenza e maltrattamenti nei nidi e nelle scuole, nel pubblico e nel privato, da nord come a sud. Le cronache degli orrori hanno spaventato genitori e indignato tutti. Le immagini dei maltrattamenti hanno minato profondamente la fiducia nei servizi e del resto di fronte agli abusi sui bambini, le reazioni sono quasi sempre istintive e violente. 

venerdì 17 agosto 2018

Da Zero a Sei anni. Alba inaugura la nuova scuola d'infanzia
















Cronaca Bambina. . La nuova scuola d’infanzia è aziendale ma non è paritaria e aprirà in Piemonte ai primi di settembre. Sorge ad Alba, in provincia di Cuneo, e si affiancherà al nido che ormai vanta anni d’esperienza. La scuola si affianca al nido e accoglierà i bambini dai 3 ai 6 anni, figli dei dipendenti dall’azienda dolciaria Ferrero. Più precisamente la scuola apre attraverso la Fondazione Ferrero e inizierà ad operare a settembre confermando così l’attenzione e l’impegno nei confronti delle famiglie dei dipendenti. 

mercoledì 23 maggio 2018

Maltrattamenti, botte e insulti. Due maestre della scuola d'infanzia arrestate


BolognaNidi



Cronaca Bambina Un nuovo caso di maltrattamenti alla scuola d’infanzia. Sono coinvolte due maestre di 59 e 47 anni. Entrambe lavoravano nella scuola d’infanzia, dell’istituto comprensivo Belloni di Colorno, paese in provincia di Parma. In classe si respirava un clima di terrore: percosse, insulti e minacce  per gli alunni compresi tra i 3 e i 5 anni.

sabato 28 aprile 2018

Bimbo espulso dall'infanzia. Dalla parte della scuola













Intervista a... “Se la scuola ha deciso di espellere il bambino significa che è successo qualcosa di molto grave. Un bambino a cinque anni può essere pericoloso, per se’ e per gli altri.” Senza mezzi termini Isabella Milani, già docente blogger e scrittrice, di due formidabili saggi sull’insegnamento, commenta la notizia della sospensione del bimbo di cinque anni alla scuola d’infanzia di Verona. Non ci limitiamo a raccogliere un breve commento dalla Milani, ma facciamo con lei, una lunga intervista: sulla scuola, sulle difficoltà degli insegnati, sul clima che si respira dentro e fuori gli istituti e sulle tante responsabilità che gli insegnati hanno nei confronti dei bambini “problematici” “violenti” e non.

lunedì 23 aprile 2018

Bambino "problematico" sospeso dalla scuola d'infanzia








 





Cronaca Bambina Sospeso un bimbo di 5 anni dalla scuola d'infanzia statale. La scuola sottolinea che non si tratta di una "reale" sospensione a tempo indeterminato ma di una sospensione temporanea. Il dirigente sostiene anche la scuola non se ne "sciacqua le mani" ma che ha avviato un percorso di dialogo profondo con i genitori. L'alunno sospeso è un bimbo di 5 anni ed è stato allontanato da un istituto comprensivo statale a Verona. Il  vicepresidente del consiglio comunale commenta " E' uno scandalo! E' un fallimento per la scuola" Oggi incontro Alessandro Gennari del M5S e  vicepresidente del consiglio di Verona per approfondire la controversa vicenda.

martedì 10 aprile 2018

Speciale elezioni rsu Bologna: parola a Cristina Zamboni per ADI











Intervista a... Terza intervista: oggi incontriamo Cristina Zamboni per il Adi. Lei è insegnante alla scuola d'infanzia e ha una visione molto precisa della situazione. Anche nelle sue dichiarazioni non manca una stoccata ai sindacati confederali. 

lunedì 26 febbraio 2018

Lettera di un nonno: la scuola d’infanzia è invecchiata













Cara BolognaNidi Riportiamo di seguito alcuni brani della lettera di Guglielmo Ghirardelli, un neo-nonno, che ci racconta la sua nuova esperienza con la "vecchia" scuola d'infanzia.  

A sorpresa sono diventato nonno nonostante abbiamo meno di sessant’anni, da tre anni ho un bellissimo nipotino, molto sereno, e anche un po’ monello, quel tanto che basta per farti ridere delle piccole marachelle che combina. Sono tornato a frequentare la scuola materna di paese, noi abitiamo il provincia di Lecco, la stessa scuola che ho frequentato anni prima con i mie figli. Sono passati anni, più di venti, e forse avrei dovuto aspettarmelo ma la scuola è molto 

lunedì 9 ottobre 2017

Globalismo affettivo: il metodo didattico plurisensoriale


BolognaNidi










 





Intervista a...Vito De Lillo è il maestro che ha elaborato il globalismo affettivo. Un sistema didattico che ha lo scopo di insegnare ai bambini a leggere e scrivere. Per farlo si avvale di due ingredienti fondamentali: la fantasia e la tecnologia. Il metodo è ludico, rispetta i tempi d'apprendimento dei singoli, non impone nulla ne' ai bambini, ne' agli insegnanti e si basa sull'ascolto reciproco. Il globalismo affettivo, mi assicura il maestro De Lillo "Porta avanti tutti i bambini senza lasciare indietro nessuno". Il metodo è sperimentato in molte scuole della Puglia e poi ha girato per tutta Italia. Ha avuto riconoscimenti sia dall'Università di Bari che dal Miur. Oggi incontriamo De Lillo per fari spiegare il metodo e i risultati ottenuti anche alla scuola d'infanzia. 

venerdì 8 settembre 2017

Schiaffi e violenza: agli arresti una maestra di 67 anni

BolognaNidi











Cronaca Bambina. E' agli arresti domiciliari la maestra G.T. anni 67 che lavorava presso una scuola d'infanzia di Brindisi (quartiere Cappucini). E' in attesa dell'interrogatorio del giudice per le indagini preliminari e dovrà rispondere dell’accusa di violenze fisiche e verbali sui piccoli studenti. La denuncia è partita dai genitori, e dopo le indagini dalla Squadra Mobile è scattato l'arresto ai domiciliari. Secondo il gip sono gravi gli indizi di colpevolezza raccolti dagli agenti. E a pochi giorni dall'avvio dell'anno scolastico è concreto e attuale è il pericolo di reiterazione del reato. I bambini secondo i verbali avrebbero subito "gratuiti insulti e ingiustificate percosse che, attesa la loro tenera età, difficilmente potevano venire in evidenza se manifestati o esplicitati dagli stessi pargoli i quali, notoriamente, sono spesso soggetti a provocarsi, mentre giocano, segni di ogni genere che dissimulano poi le conseguenze di azioni eventualmente più vigorose nei loro confronti". L'insegnante avrebbe "colpito ripetutamente con schiaffi sulla testa, sulle guance e sulle natiche, strattonati e/o li spinti", in tal modo la maestra avrebbe provocato "in più occasioni la rovinosa caduta in terra dei bambini" che sarebbero stati umiliati, ingiuriati e minacciati”. Parallelamente al procedimento penale, è stato aperto quello disciplinare che potrebbe portare al licenziamento.


lunedì 30 gennaio 2017

Vaccino al nido: tra obbligo e libertà. Nasce un comitato









Anche la Toscana rende obbligatoria la vaccinazione  per i bambini che frequentano i servizi educativi 0-6. Non solo per gli obbligatori ma anche per i  raccomandati dal Piano nazionale che in tutto sono tredici. L'Assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi lo pone come requisito indispensabile per l'iscrizione a nidi, scuole d'infanzia, centri famiglie, spazi gioco e servizi a domicilio. La legge approvata  in giunta, il 24 gennaio scorso, dovrà passare al vaglio del consiglio regionale per essere approvata in 60 giorni ed entrare così a regime per le prossime iscrizioni. Il presidente della regione Enrico Rossi  dichiara: "Si tratta di una misura a tutela della salute pubblica di tutta la comunità. In primo luogo dei bambini e soprattutto di quelli più deboli: quelli che per motivi di salute, immunodepressi o con gravi patologie croniche, non possono essere vaccinati e sono quindi i più esposti ai contagi. " Il sindaco di Livorno Filippo Nogarin vede la questione sotto tutt'altra prospettiva "Le vaccinazioni non si incentivano con le imposizioni, ma con una corretta informazione" 

lunedì 24 ottobre 2016

Quali tappe nel percorso 0-6?













Quali tappe nel percorso da 0 a 6 anni è il titolo del convegno che si è tenuto sabato, a Bologna, in una gremita sala del Royol Hotel. Si è discusso sulla riforma legislativa che riguarda i nidi e le scuole d'infanzia. La riforma prevede l'unificazione dei due tratti educativi 0-3 e 3-6 e prevede, di stanziare economie permanenti dedicate allo 0-3 da parte dello Stato. Mentre oggi i nidi sono finanziati dai comuni e dalle rette dei genitori. ma qual'è stato il tema centrale della discussione? Vediamo di capire insieme. La scuola è scuola "Per noi- della cisl dichiara della segreteria nazionale Ivana Barbacci- la scuola d'infanzia è e deve rimanere vera scuola, a tutti gli effetti, senza confusioni e snaturamenti”. L'Onorevole Francesca Puglisi ha accolta, qui come altrove questa sottolineatura, ribadendo che la legge delega vuole valorizzare il ruolo delle scuole d'infanzia ed estendere la diffusione dei nidi, senza far retrocedere quello che già si è stato conquistato e consolidato.

mercoledì 24 febbraio 2016

Roma: aumentano le rette dei nidi.

 






Politica-bambina. Aumentano le rette dei nidi romani e la protesta tra i genitori si accende. L'aumento  La domanda delle domande è "Perchè dovremmo spendere di più per una qualità uguale a prima?" E' una domanda che potrebbe sembrare facile, ma non lo è affatto. Niente di quello che sta succedendo a Roma è facile da spiegare. In un'articolo redatto da il Tempo si raccolgono diversi interventi di genitori arrabbiati che spiegano perchè si siano disaffezionando ai servizi pubblici...sono aperti solo fino alle 16,30 e chiedono di continuo soldi per

giovedì 30 luglio 2015

Una questione di contratto


melschmitz















Mirco Sergi è educatore a Imola, città dove lavora. Dopo anni di precariato e molte esperienze nel settore tra nido, scuola d'infanzia e progetti con adolescenti, è quasi convinto a lasciare la professione per dedicarsi ad altro. Eppure ha sempre lavorato con grande determinazione