Visualizzazione post con etichetta bambini. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta bambini. Mostra tutti i post

lunedì 13 maggio 2019

Logopedia e bambini. Oggi incontriamo Caterina Cataldi


asilo nido
BolognaNidi


















Parola a... Quando un genitore dovrebbe rivolgersi ad un logopedista? Oggi incontro la dottoressa Caterina Cataldi per parlare di bambini e logopedia. 

venerdì 3 maggio 2019

Bologna: centri estivi e scuole Aperte: 8 maggio aprono le iscrizioni


BolognaNidi

 








Cronaca Bambina Da mercoledì 8 maggio a Bologna saranno aperte le iscrizioni ai centri estivi 2019. Vediamo insieme come presentare la domanda e cosa offre il comune. I centri estivi in città sono 63 e sono gestiti da 25 soggetti differenti in accordo con la Istituzione educazione scuola (IES). 

venerdì 5 aprile 2019

Liberi di giocare nei cortili: un appello a tutti i parlamentari

BolognaNidi














Parola a Oggi incontro nuovamente Cinzia D'Alessandro. Lei è una coordinatrice pedagogica oltre che responsabile del nido-scuola La locomotiva di Momo di Milano. Una realtà diventato ormai celebre sulle cronache dei giornali per una vicenda giudiziaria lunga e difficile che è durata anni. Oggi la vicenda si è finalmente conclusa e si è conclusa a favore del servizio educativo, anche se parzialmente come vedremo. Ma Cinzia va avanti e rilancia una nuova sfida per i diritti di tutti i bambini. 

giovedì 4 aprile 2019

Bonus babysitter? Diamoci un taglio!





Cronaca Bambina Si cancella il bonus “baby sitting o asilo nido". Il bonus che consentiva alle madri lavoratrici di pagare una persona per la cura del bebè o per la retta dell'asilo, rinunciando al congedo parentale o meglio il congedo "facoltativa".

600 euro per la baby sitter? Addio

Lo conferma anche l’Inps l’ente che eroga i bonus il contributo per baby sitter o asilo nido è stato cancellato per il 2019. Il contributo era stato introdotto in via sperimentale nel 2013, nel 2012 era stato annunciato come alternativa valida. Era stato sostenuto in un convegno sulle donne e il lavoro organizzato dall'associazione ParioDispare dove erano presenti tra le altre  l'allora deputato Rita Ghedini, l'On Beatrice Lorenzin (che ancora non era ministro) e da Emma Bonino.   

Bonus come funzionava?
La madre lavoratrice aveva la possibilità, al termine del congedo di maternità ed entro gli 11 mesi successivi, in alternativa al congedo parentale, ad un voucher per l'acquisto di servizi di baby sitting o per pagare la rete dei servizi per l'infanzia. (pubblici o privati accreditati) fino ad un massimo di sei mesi Questo per le dipendenti o le lavoratrici iscritte alla Gestione separata, mentre era di tre mesi per le autonome o le imprenditrici. 

Perché questo bonus?
Il Bonus babysitting era stato ideato prendendo spunto dal modello francese, modello  a cui nuovamente stiamo facendo riferimento(?), sopratutto per portare alla "luce" il lavoro di cura che molto spesso è sommerso. Oggi il Governo Giallo_verde aumenta il bonus nido classico e cancella questo. 

giovedì 28 marzo 2019

Calmare i bambini con il gioco della dolcezza

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Parola a... Ci sono dei momenti in cui i bambini perdono la concentrazione, l'attenzione e forse l'interesse verso un'attività, ci sono dei momenti in cui i bambini diventano nervosi e il litigio scatta di continuo...

martedì 5 marzo 2019

Il nido è troppo caro? Non trovi posto? Arriva il “nonno in prestito”


BolognaNidi



















Cronaca Bambina  Sulla pagina di facebook si legge a chiare lettere “A Bologna, mandare un figlio all'asilo, è un lusso per pochi. Un lusso che vale almeno 600 euro. In Italia si fanno sempre meno figli. Le persone defunte ogni anno superano di gran lunga i bambini nati.Gli anziani, sono spesso soli e potrebbero trasmettere esperienza e amore”. Vediamo insieme di che si tratta.

mercoledì 28 novembre 2018

“Scuole Sicure” contro la droga. Si parte a Bologna
















Pensieri e Parole Mamma e papà forse si sentiranno un po’ più sicuri con Scuole Sicure, forse... In realtà c’è poco da stare tranquilli. L’attenzione che dovremmo rivolgere al tema droga non è mai troppa perché non c’è un luogo sicuro in assoluto e perché purtroppo la risposta politica, sebbene presenti elementi positivi, non è affatto convincente. La prevenzione, se vogliamo chiamarla prevenzione, dovrebbe iniziare dal nido. Si, avete letto bene fin dall’asilo nido.

sabato 17 novembre 2018

Fare l'educatore è sempre stato un lavoro difficile


nidi infanzia
BolognaNidi






Pensieri e parole Tante volte scorrendo post e commenti on-line, mi imbatto in veri e propri sfoghi di educatrici stanche per via della continua maleducazione dei genitori. Sono talmente tanti questi racconti rispetto all’incapacità e al menefreghismo che il ritratto delle nuove generazioni di mamme e papà è spesso impietoso anche senza andare a leggere Crepet.

mercoledì 19 settembre 2018

Violenza all'asilo di Reggio Emilia : bidello sotto accusa











Cronaca Bambina Accade nuovamente a Reggio Emilia, dopo la maestra accusata di maltrattamenti (leggi qui) questa volta le accuse ricadono su un bidello di 51 anni, indagato dalla procura con l'accusa di aver violentato un bambino di quattro anni. La notizia è rilanciata dall’agenzia Ansa e dalla stampa locale.

lunedì 17 settembre 2018

E se i nidi fossero obbligatori?


BolognaNidi













Pensieri e parole...Come ogni settembre, anche in questo settembre, fioccano articoli e notizie attorno ai nidi d’infanzia. E come capita spesso si “parla” di questo servizio come di un problema. Di un problema particolare  per le donne: le donne che non trovano posto al nido, le donne che non hanno lavoro, le donne che pur conoscendo il problema in prima persona non cercano alcune soluzione per sé e per i propri figli...

venerdì 14 settembre 2018

Nuovo caso di maltrattamenti all'infanzia












Cronaca Bambina Un nuovo caso di maltrattamenti. Questa volta ad essere arrestata è una maestra della scuola d’infanzia comunale di Montale (Pistoia). Da ieri la donna è agli arresti domiciliari con l’accusa di maltrattamenti nei confronti di minori. L’arresto è avvenuto a termine delle indagine che duravano da mesi. Siamo così giunti al quinto caso ancor prima che le scuole siano effettivamente iniziate per tutti i bimbi.

martedì 11 settembre 2018

Educazione sessuale? Iniziamo dall'asilo




















Pensieri e parole Solo di recente la Svizzera ha introdotto l’educazione sessuale all’asilo. In Olanda invece si fa da tempo, e anzi è una materia obbligatoria anche per i bambini che di solito non frequentano l’asilo. A 4 anni un bimbo olandese sa esattamente come nascono i bambini e le differenze tra una femmina e un maschio. Nei paesi scandinavi non ne parliamo proprio il tema è scontato. I bambini sanno tutto sul sesso e riproduzione e anche cosa significa innamorarsi o quali confini ha un’amicizia. E in Italia?

venerdì 24 agosto 2018

"Fate giocare i bambini!" Lo raccomanda il pediatra.











Cronaca Bambina Per molti genitori la stagione del "ritorno a scuola" coincide con una corsa, a volte folle, all’organizzazione di attività per i bambini. Che sia la lezione di musica, quella d’inglese o il corso di danza poco importa, l’importante è fare! Attenzione però a non esagerare. Uno studio scientifico ci dimostra che il tempo libero, quello dedicato al gioco è fondamentale per lo sviluppo dei bambini. Lo studio è stato condotto dell’American Academy of Pediatrics. La ricerca è guidata da Michael Yogman, presidente della commissione AAP, sugli aspetti psicosociali della salute della famiglia dei bambini. Quali sono i risultati? Leggiamoli insieme.

giovedì 14 giugno 2018

Bambini e ragazzi muoiono per inquinamento

 











Cronaca Bambina I dati presentati dallo Studio Sentieri sono inquietanti. Lo studio è stato esposto durante il workshop al ministero della Salute e la relazione purtroppo non sorprende nessuno. In certi luoghi d’Italia si muore di più e ci si ammala di più, anche tra i bambini e i ragazzi. I luoghi sono: le miniere del Sulcis alle acciaierie dell’Ilva , le raffinerie di Gela alla città di Casal Monferrato e nel territorio del litorale flegreo dove ci sono discariche di rifiuti pericolosi...

martedì 12 giugno 2018

Il Nuovo Governo al lavoro sull’infanzia


















Cronaca Bambina Il nuovo governo è all’opera. E sul fronte infanzia si intravedono le tendenze politiche che sono in perfetta sintonia con le tendenze riservate agli adulti. La nave Aquarius viene respinta dal neo Ministro  Matteo Salvini e il suo carico è composto da oltre 600 persone, 123 sono minori, 11 i bambini e tante donne...sette delle quali incinta.

giovedì 31 maggio 2018

I 250 orti nascosti nei nidi e nelle scuole di Milano

BolognaNidi
 














Cronaca Bambina Milano cela tanti tesori inaspettati. Tra palazzi e strade si aprono, qua e là giardini, ben curati e a volte sontuosi. Ma anche nei suoi nidi e nelle scuole dell’infanzia ci sono piccole grandi sorprese che ci raccontano cura,  educazione e passione per l’ambiente. Nel tempo sono cresciuti più di 250 orti tra i giardini e i cortili interni degli edifici scolastici. Questi orti sono stati progettati e curati e realizzati dai bambini dagli educatori, dai genitori e dai nonni, grazie anche al supporto di fondazioni e associazioni.

venerdì 4 maggio 2018

I bambini curiosi vanno meglio a scuola. Lo dimostra la scienza












 



Cronaca Bambina La curiosità è la chiave del successo? Si, almeno nello studio scolastico. Essere curiosi aiuta i bambini ad avere successo a scuola, soprattutto in matematica e in lettura. Lo dimostra uno studio pubblicato sulla rivista Pediatric Research e condotto dall’Università del Michigan. Si rivela così che la curiosità influisce direttamente sull’apprendimento.



I dati delle ricerca

Per ottenere buoni e ottimi risultati a scuola le ricerche americane più importanti sull’apprendimento avevano individuato il reddito familiare e l’accesso ai programmi per ai servizi dedicati alla prima infanzia come i fattori determinanti per ottenere risultati soddisfacenti a scuola sopratutto alle scuole primarie. Gli autori di questo studio hanno approfondire come la curiosità influisca sui risultati dei percorsi scolastici. Hanno quindi preso in considerazione i risultati dell’Early Childhood Longitudinal Study, che ha esaminato migliaia di bambini dal 2001 ad oggi.

La ricerca

I ricercatori hanno “isolato” le informazioni su 6200 piccoli studenti, osservati per quattro volte nel corso dell’infanzia. Quando i piccoli avevano nove mesi a due anni di vita e al primo anno di primarie. Si sono concentrati in particolare sui dati relativi ai progressi della matematica e della lettura. Per valutare il livello di curiosità sono stati invece coinvolti i genitori dei piccoli con dei test che chiedevano informazioni rispetto ai comportamenti dei figli.

La curiosità? La chiave del successo…

I risultati hanno mostrato che nei bambini, appartenenti ad un stato socio-economico inferiore, la curiosità si è rivelata il miglior stimolo per ottenere migliori risultati scolastici. Anche in confronto ad altri fattori, tenuti in considerazione nella ricerca, è la curiosità a far spiccare gli studenti. Prachi Shah, autrice della ricerca spiega "Promuovere la curiosità nei bambini, in particolare tra chi proviene da ambienti di svantaggio economico, può essere una modalità importante e non riconosciuta per affrontare il divario di risultati” e continua “Un divario che si verifica tra chi proviene e chi non proviene da famiglie con uno status socio-economico alto. Inoltre, può essere una base interessante per stimolare l’apprendimento precoce”. 




Fonte il quotidiano

mercoledì 18 aprile 2018

I bambini sanno aspettare!






 






Cronaca Bambina Ma i bambini sanno aspettare? Si lo sanno fare e chi lo sa fare meglio, riesce meglio nella vita, ottenendo migliori risultati scolastici, lavorativi... Questo l'ha , strano  e ormai noto, esperimento di Walter Mischel. Ma una nuova ricerca che riprende lo studio di Mischel dimostra che i bambini sono i grado di aspettare a soddisfare un piacere, come mangiare un marshmallow, fin dai 18 mesi, per riuscire nel difficile esercizio dell' autocontrollo  mettono in campo una serie di strategie.

martedì 17 aprile 2018

I bambini sanno quando siamo felici, tristi, arrabbiati...


















Scienza Bambina Genitori, educatori e nonni state attenti a quel che dite e fate davanti ai bambini. Spesso gli adulti sono propensi a pensare “tanto è piccolo, non capisce” ... invece i bambini fin da piccolissimi ci conoscono e ci capiscono molto meglio di quel che siamo propensi a pensare. Alcuni ricercatori svizzeri si sono posti il problema: “Ma i bambini sanno capire e interpretare le emozioni delle persone che li circondano? Lo studio, ancora in fase iniziale, è condotto dalla facoltà di psicologia dell’Università di Ginevra. I primi risultati? Sorprendenti!

domenica 8 aprile 2018

Theybies: crescere senza sesso


BolognaNidi















Cronaca Bambina Crescere i figli senza stereotipi di genere, Liberi da costruzione sociale. E’ questo l’intento dei genitori, per ora confinati in USA, che crescono i loro bambini senza dichiarare il loro sesso alle persone che gli/le stanno intorno.